Testo tratto dal gruppo Facebook infertilità IUI fivet icsi informazioni scientificamente corrette per tutte considerazioni di una paziente sul professore Claudio Manna

Vorrei spendere due parole sul professore Manna Claudio Riproduzione- Ginecologia. Io non sono stata una sua paziente nè attualmente sono seguita da lui. Ho avuto degli sbalzi nel ciclo che per mesi mi hanno reso infertile ( ho avuto cicli anovulatori). Ho fatto dosaggi ormonali, isterosonosalpingografia, una stimolazione col clomid ma niente il ciclo continuava ad essere irregolare ( mi tornava ogni 15 giorni) e io ero completamente disperata. Premetto che sono micropolicistica e ho avuto anche problemi dal punto di vista psicologico scaturiti da situazioni difficili che ho dovuto affrontare sia in infanzia che in adolescenza ma anche in età adulta purtroppo. Stavo seguendo una dieta per la policistosi ovarica, stavo facendo sport e mi stavo curando l’ansia e la depressione che era tornata a causa di questa situazione stressante ( si essere infertili è stressante, ci vuole una forza dentro per reggere lo stress sovraumana). Mese scorso durante l’isterosonosalpingografia la ginecologa nota un follicolo di 18 mm ( tube aperte) era il 16 giorno del ciclo e ancora non mi era arrivato il ciclo, facciamo un altro ecografia per monitorare il follicolo ( arriva a 21 mm) poi ultima ecografia si vede il corpo luteo. Non solo ho ovulato spontaneamente ma sono rimasta anche incinta. Ovviamente la paura é forte tant’è che chiedo continuamente consigli al dottor Manna e lui mi risponde sempre in maniera gentile e soddisfacente. Gli chiedo anche consigli sul mio attuale ginecologo e lui mi da informazioni anche su di lui. Non ho mai conosciuto un medico/ dirigente di una clinica importante tanto gentile e disponibile. Io in giro vedo ormai solo professionisti interessati al guadagno e che considerano le persone un numero su cui lucrare. Nel modo di fare del dottor Manna vedo tanta umanità, quel valore che secondo me unito alla conoscenza ti permette di aiutare realmente i tuoi pazienti. Per essere medici e biologi per me prima di tutto ci vuole il cuore. Parola di biologa e di donna che crede ancora che questo mondo possa essere migliore. Affidatevi alle persone che cercano di rendere il mondo un posto migliore cominciando dai piccoli gesti perché sono proprio i piccoli gesti che nascondono le grandi verità. Un abbraccio a tutte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *