I pazienti raccontano visita#personalizzazione#accoglienza#passione

Ciao a tutte ragazze, sono sul treno di ritorno da Roma verso Milano, perché stamattina, dalla Lombardia, sono venuta fino a Roma, dal Prof. Manna Claudio Riproduzione- Ginecologia… che premetto già avevo conosciuto l’anno scorso, e ne ero rimasta molto colpita, positivamente colpita ovviamente. Oggi, esattamente così come un anno fa, ho trovato una persona molto disponibile, nonché un grande Professionista.. Stamattina, e durante tutto il viaggio ero un po’ preoccupata per l’esame che dovevo fare, cioè la biopsia dell’endometrio ed endometriocoltura… Sentendo un po’ in giro, pensavo che magari avrei avuto qualche fastidio, se non dolore, come a qulacuna succede, ed invece vi dirò che, con mio stupore, l’esame (che è durato pochi secondi) è stato assolutamente indolore, anzi per la verità non ho sentito nulla… È stato come fare un normalissimo pap test o un tampone.
Care amiche, voi vi chiederete cosa mi ha spinto, dalla Lombardia, arrivare fino a Roma per eseguire questi esami… in realtà è vero, avrei potuto fare tutto qui in Lombardia stessa, dove ovviamente, non mancano né medici, né centri, ma il punto è un altro, ed è quello fondamentale che fa la differenza: sentirmi una persona UNICA, e non una fra tante, una come tante: NO, ma semtirmi Lucia, con la mia storia, i miei trascorsi, i miei fallimenti…. Perché di tentativi e fallimenti ne ho avuti, e anche tanti, vi ricordo che ne ho collezionato ben 7…
e oggi, con la consapevolezza che non avevo certamente quando anni fa iniziai il mio tortuoso percorso, affermo con assoluta certezza, che quella sensazione di sentirsi una persona e non un numero, quella sensazione di essere presa per mano e accompagnata passo dopo passo, senza lasciare nulla al caso, quella sensazione di unicità che si ha parlando con il Prof., ecco, già quella, è una grande conquista che rasserena e permette di affrontare il cammino con meno ansia, meno tensione, meno stress, che sappiamo bene tutte, di certo non ci aiutano.
L’esame in se, come dicevo, è durato pochissimo, ma il tempo che il Prof ci ha dedicato è stato più di un ora…
Adesso, io so perfettamente che nessun professionista può dare garanzie di successo, anzi se facesse questo, io per prima scapperei, perché sarebbe come promettere la luna, e nessuno ci crederebbe, ma posso garantirvi che già la promessa di impegno profondo, la sensazione di unicità che si ha quando si parla con lui, è qualcosa di veramente unico, e ve lo dice una che ha girato più ginecologi che località turistiche.
La PERSONALIZZAZIONE, è la Chiave giusta che potrebbe aprire la porta… quella porta che a noi sembra sbarrata. E se mi chiedete cosa mi ha spinto a spostarmi dalla Lombardia fino a Roma, vi rispondo che è proprio quella Chiave…. la distanza non mi spaventa né tantomeno rende impossibile il percorso, perché prelievi e monitoraggi possono benissimo essere eseguiti sul posto e comunicati al Prof, il quale in base a questi si regolerà di conseguenza per aggiustare eventualmente il tiro…
Scusate se mi sono dilungata, ma ci tenevo a condividere questa mia esperienza, magari può aiutare qualcun’altra… E ci tenevo ad esprimere un mio umile e personalissimo pensiero… espresso da una modestissima persona che negli anni ha investito e “sprecato” migliaia di euro in centri sbagliati e medici non sempre onesti!
Scegliete sempre col cuore e con l’istinto, fidatevi del vostro intuito, mirate l’obiettivo e non lasciatevi scoraggiare dagli ostacoli o dalle difficoltà…. guardate verso la meta, e costi quel che costi, conquistatela!
Un abbraccio a tutte!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *