Diminuire ansia e stress per riuscire ad avere un figlio

«Buongiorno Dott. Manna, non so se si ricorda di me, in allegato le mail che ci siamo scambiate nei mesi scorsi …
Se mi permette volevo aggiornarla sulla mia situazione. Ero in cura da un ginecologo da settembre che mi aveva trovato un’infiammazione pelvica e del liquido nel Douglas e a suo dire dovevo eliminare quest’infiammazione perché altrimenti era inutile qualsiasi stimolazione. Secondo lui avevo ancora qualche possibilità nonostante la disastrosa situazione del mio FSH menopausale. Quindi da settembre fino a inizi gennaio ero in cura con la pillola Klaira (per riequilibrare il mio ciclo, dato l’FSH arrivato alle stelle…104) e continuavo a fare tamponi e prendere antibiotici per debellare l’ureaplasma e l’escherichia coli.
L’8 gennaio termino l’ultima scatola di Klaira, con l’ultima scatola per due volte (al 6° giorno e a fine scatola) prendo la pillola con diverse ore di ritardo …verso l’8 gennaio mi sarebbe dovuto venire il ” ciclo da pillola”, ma mi ritrovo con delle perdite marroncine insignificanti, il ginecologo dice che la pillola Klaira ha questi effetti ma di non preoccuparmi. Nel frattempo dovevo aspettare l’arrivo del primo ciclo per poter rifare gli esami ormonali per capire che strada potevamo intraprendere … stimolazione… ciclo spontaneo o niente….
Il ciclo non arriva, a fine febbraio mi reco dal mio ginecologo per fare l’ennesimo tampone, a quel punto chiedo di farmi anche una visita per capire dov’era finito il mio ciclo e se mai mi sarebbe arrivato ancora o ero definitivamente in menopausa ….ed ecco che sorpresa delle sorprese…. il ginecologo mi dice che cono incinta!!! può immaginare il mio stupore e che emozione! alla fine sono rimasta incinta naturalmente dopo ben 6 anni di ricerche e 3 centri di sterilità! sono ancora incredula!!!
Ogni sabato di marzo sto andando da lui per un eco/battito, ora sono a 10 + 4 settimane (non essendo arrivato il ciclo abbiamo calcolato dall’ 8 gennaio – fine scatola della pillola). il ginecologo dice di stare tranquilla perché la gravidanza sta procedendo bene, che il bambino cresce (sabato a 10+1 settimane era di 3,2 cm).
Le confesso che ho una paura di perderlo e di incappare in un aborto spontaneo.. d’altronde io avevo il problema dell’FSH e quindi di problemi di qualità ovocitaria…. ho paura che da un momento all’altro di vedere il mio sogno frantumarsi … il ginecologo mi ha detto che già sabato scorso potevo star tranquilla… eppure ho una fifa blu e non riesco a rilassarmi, sono tanti 6 anni di delusioni.
Secondo lei quando posso tirare un sospiro di sollievo? Come sintomi ho poco o niente…seno a volte dolorante a volte no, solo tanta ma tanta stanchezza, affanno e sonnolenza … niente di più , non sembra nemmeno di essere incinta. Io che avevo problemi di qualità ovocitaria ho maggiori probabilità di rischio aborto? Grazie per la disponibilità che mi ha dato nei mesi scorsi e per aver creduto anche lei che ce la potessi fare! Saluti»

2 pensieri riguardo “Diminuire ansia e stress per riuscire ad avere un figlio

  • 16/06/2016 in 11:42
    Permalink

    Cara signora, può accadere di sentirsi come lei ci ha descritto, soprattutto quando la strada verso il raggiungimento del nostro desiderio è molto lunga e tortuosa. Proprio quando siamo vicini alla meta la “paura blu” è l’ostacolo più difficile da superare.
    Il consiglio che posso darle è di non smettere di avere fiducia nel suo corpo perché sa come funzionare.
    Noi, con il nostro piano anti stress personalizzato aiutiamo il corpo a riattivare le risorse sepolte dai pensieri, paure e ansie prodotte dalla mente.
    “Non possiamo scegliere quello che dobbiamo affrontare ma possiamo scegliere come affrontarlo!”
    I miei migliori auguri.
    Dott.ssa Verbicaro Paicologa Esperta in PMA, tutor della coppia presso Biofertility

    Risposta
  • 13/06/2016 in 12:35
    Permalink

    Gentile Signora, tantissimi auguri anzitutto! Lei magari non ci crederà ma casi come il suo sono più frequenti di quanto generalmente si pensi. La ragione la stiamo indagando e stiamo arrivando alla conclusione che la mente può influire moltissimo nell’instaurarsi della gravidanza, specialmente quando non ci si crede più. Proprio per questo motivo incoraggio sempre a non disperare. Proprio per questo motivo stiamo mettendo a punto delle tecniche per ricostituire mentalmente quell’atteggiamento mentale positivo che favorisce le gravidanze in modo più naturale che sia possibile e abbiamo i primi risultati positivi. Queste tecniche le stiamo estendendo anche a quei casi che necessitano per forza della Fecondazione Assistita o di altre terapie.
    Nel suo caso naturalmente non possiamo escludere eventi come l’aborto, però resti nella sua felicità ma anche nella normalità della sua vita facendo i necessari controlli presso il suo ginecologo

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *